Benvenuti all'Ecomuseo del
Lago d'Orta e Mottarone >>
AGENDA
notizie dal territorio
  ECO NEWS
notizie dall'Ecomuseo
 
CERCA  
ECO NEWS notizie dall'Ecomuseo

MOSTRA DI PITTURA AL MUSEO DEL LEGNO

MOSTRA AL MUSEO DELLA TORNITURA DI PETTENASCO
TITOLO: VERDE BRILLANTE (ALBERI VI)
OPERE DI: Giugi Bassani, Belio, Giovanni Crippa, Sissi Sardone, Donatella Strada, Giorgio Talgio, Sandra Vinotti, Alessia Zucchi
A CURA DI: Museo della tornitura del legno - Pettenasco e Aglaia Arts and Crafts – Omegna,
TECNICA: pittura, incisione, scultura, installazioni
LUOGO: Museo della tornitura del legno, via Vittorio Veneto 10 - Pettenasco (NO)
PERIODO: 11 agosto – 2 settembre 2017
INAUGURAZIONE: venerdì 11 agosto ore 17.30. Saranno presenti gli artisti
ORARI: da mercoledì a domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 18.00
INFORMAZIONI: laboratorigranerolo@lagodorta.net   cell: 338 6307434
www.museotorniturapettenasco.it

Sesta edizione per la collaudata collettiva dedicata al mondo vegetale. Ideata da Giovanni Crippa per lo spazio espositivo Aglaia di Omegna, da tre anni viene allestita anche presso il museo della tornitura del legno di Pettenasco. Il titolo dell’allestimento di questo anno è un omaggio all’omonimo libro, pubblicato da Giunti, di Stefano Mancuso e Alessandra Viola. Mancuso è stato inserito dal New Yorker nella classifica dei World Changers, gli studiosi che possono aiutare a cambiare il mondo, migliorandolo. Nel libro, in una cavalcata avvincente da Democrito ai nostri giorni, si dimostrano le alte qualità del mondo vegetale, quella, ad esempio, di molte piante che, pur vivendo ancorate al suolo, sono riuscite a sviluppare strategie geniali per nutrirsi, adattarsi all’ambiente, attirare gli insetti impollinatori. Anche se non hanno un cuore, le piante hanno un’abilità di risolvere problemi che ne dimostra l’intelligenza e la possibilità di comunicare. Sono semplicemente diverse da noi e sono nate sul nostro pianeta molto prima del genere umano.
Partendo da questo spunto gli artisti che partecipano a questa mostra hanno creato opere rappresentative degli aspetti “comunicativi” del bosco e dei suoi abitanti, utilizzando mezzi espressivi molto diversi.
La musicalità del bosco-orchestra è il filo conduttore delle incisioni di Donatella Strada, le cui forme, attraverso pieni e vuoti, suoni e pause, compongono una linea melodica per ideare metamorfosi ed evoluzioni. Incisioni anche per Sissi Sardone che riporta timbrati alcuni brani del “Barone Rampante”, personaggio di Calvino che esprime un grande senso di libertà vivendo una vita piena di avventure sugli alberi, tutt’altro che da eremita, però mantenendo sempre tra sé e i suoi simili questa minima invalicabile distanza.  Sandra Vinotti rivolge la propria attenzione agli insetti, abitanti del bosco dei quali l’artista vuole sottolineare la lucente bellezza, enfatizzata dall’utilizzo della foglia d’oro che impreziosisce i suoi dipinti. Giugi Bassani intreccia invece un rapporto emozionale, d’amore, con l’ambiente silvestre, poeticamente corredato di farfalle-angelo in una raffinata installazione, mentre i bianchi puri degli acquarelli di Alessia Zucchi alludono alla purezza, quasi a una dissoluzione della materia e rimandano al rapporto squisitamente spirituale tra l’artista e l’elemento floreale. Decisamente materico l’approccio di Giovanni Crippa, che plasma la terra che nutre le piante, l’argilla che drena il terreno e consente ad alberi e cespugli di ancorarsi al suolo anche in situazioni estreme, a testimonianza dell’adattabilità delle creature vegetali che l’artista rappresenta nelle sue sculture. È invece grafico il taglio di Giorgio Talgio, che dipinge con l’occhio di un fotografo boschi radi che rimandano ai paesaggi scarni del nord, dove il rapporto uomo natura può costituire addirittura una sfida. Nelle colorate tele di Belio, infine, gli elementi naturali si sono modificati fino a diventare raffinate composizioni geometriche dove il legame con le suggestioni ambientali ed atmosferiche è creato dai delicati e suggestivi passaggi di colore.


Versione stampabile

 

allegati:
     > HOME PAGE
     > L'ECOMUSEO
     > IL TERRITORIO
     > DOVE SIAMO
     > CONTATTI
     > LINK

Iscriviti alla Mailinglist

Inserisci il tuo indirizzo email
 
       | CHI SIAMO
       | Amici dell`ecomuseo
       | LAGO D`ORTA
       | Musei Aperti
       | Paesi del lago
       | Luoghi della fede
       | Edifici civili
       | Orta reloaded
       | ITINERARI
       | Giro Lago
       | Autori del lago d`Orta
       | SCUOLE
       | Percorsi di scoperta
       | Progetti didattici
       | DOCUMENTAZIONE
       | Dialetto
       | Pubblicazioni
       | Storia e Tradizioni
       | PIEMONTE ECOMUSEI
       | ECOMUSEO E GIOVANI
       | ASSOCIAZIONI
       | TURISMO
       | ENOGASTRONOMIA
       | Progetti

 

Per informazioni telefonare (0323.89622) o inviare un fax (0323.888621)
all' Ecomuseo (orari: 9,00 - 13.00 / 14,00 - 17,00 dal lunedí al venerdí)
info: ecomuseo@lagodorta.net PEC: ecomuseo@lwcert.it
P.IVA 01741310039 - C.F. 93016190030
2006© LakeWeb s.r.l.